| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  13 novembre 2018 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Regione emilia romagna · Consiglio provinciale · Pd - gruppo consiliare del comune di piacenza · Circoli territoriali ·
Dosi e Bisotti "Psc a consumo zero"

22 marzo 2013


"Cogliamo l’occasione per dire qualcosa di chiaro sul Psc. Il nostro lavoro si è concentrato sul rendere Piacenza una città snodo, promuovere lo sviluppo sostenibile e la salubrità".  E’ quanto affermano il sindaco Paolo Dosi e l’assessore all’urbanistica Silvio Bisotti nella conferenza stampa convocata questo pomeriggio per presentare le prossime tappe del percorso di adozione del Piano strutturale comunale. "Le linee d’indirizzo prevedono questo: il Psc dice zero consumo di suolo e è tutto puntato alla rigenerazione della cittá con il completamento di aree produttive". 
 
"Continuano ad emergere paure che vorrei smentire - dice Dosi -: è possibile leggersi i documenti pubblicati sul sito del Comune per avere conferme. Il percorso di stesura della Conferenza di pianificazione ha visto 11 incontri conclusi nel dicembre 2011. Dopo quella data si sono predisposte le cartografie che codificano le linee d’indirizzo, le regole per il commercio. A questo punto saremo in grado di portare tutta la documentazione per l’adozione formale, passando per Giunta, Commissioni e Consiglio comunale".
 
"Apriremo però un confronto - ha affermato l’assessore Bisotti - per integrare i documenti nei prossimi due mesi. E’ importante dare a tutta la cittadinanza la possibilità di cogliere l’importanza del momento. Le osservazioni formali potranno essere depositate nei due mesi successivi, mentre la Provincia per tre mesi. Dopo le controdeduzioni si arriverà all’approvazione completa. Non si riapre la discussione sulle linee d’indirizzo perchè tutto lo spazio per la discussione c’è già stato, ma si apre un confronto sugli altri strumenti". 
 
Aree militari. "I contatti sulle aree militari sono in corso - ha confermato il primo cittadino Paolo Dosi - dopo l’ultimo incontro di due mesi fa, quando però mancava il riferimento governativo. L’orientamento che abbiamo colto è quello di non voler ostacolare le istanze del territorio. Una conferma invece non ancora ufficiale è quella che i militari non vogliono dismettere la loro presenza a Piacenza, con la possibilità di un potenziamento e un’espansione. Ogni trattativa è subordinata alla volontà del nuovo Governo e alla consistenza della loro presenza in città". Confermata poi la volontà di trasformare a parco la Pertite, attraverso il passaggio del Psc.
 
Alloggi "vuoti". "L’aggiornamento del Quadro conoscitivo ha messo in luce un dato è di 6000 appartamenti non utilizzati tra città e frazioni, questo la dice lunga sulla crisi e sull’importanza di giocare tutto sulla rigenerazione energetica, sulla riqualificazione piuttosto che su nuove costruzioni. Nel Rue ci saranno riconoscimenti su premialità di chi investe su riqualificazione su edifici esistenti, nella direzione di uno sconto sugli oneri e altri strumenti per stimolare investimenti in queste direzioni. Si potrebbe fare molto di più con una politica governativa".

fonte: PiacenzaSera.it


TAGS:
piacenza |  psc |  paolo dosi |  silvio bisotti | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

elezioni marco carini primarie pd congresso paola de micheli politiche piacenza
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Visualizza le 17 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - Via Roma 187/189 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto