| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  18 novembre 2018 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Regione emilia romagna · Consiglio provinciale · Pd - gruppo consiliare del comune di piacenza · Circoli territoriali ·
Stefano Cugini: l'iniziativa "Segnalate gli sprechi" dimostra la voglia di non chiudersi nel Palazzo

9 ottobre 2012


Il consigliere Giovanni Botti del Pdl si distingue per i modi cortesi e il piglio sicuro, qualità che gli valgono il mio personale apprezzamento. Non me ne vorrà dunque se, insieme ai complimenti, mi permetto stavolta una bonaria ammonizione per la sua critica all’iniziativa “segnalate gli sprechi” da poco presentata dal Comune di Piacenza.

Ci sono almeno due modi per approcciarsi al dibattito politico: quello più pragmatico, attento alla sostanza e quello più spettacolare, concentrato sulla forma, più rivolto al consenso e alla visibilità.

Giovanni Botti conosce il primo di questi modi e i consigli che dispensa ne sono una timida dimostrazione.

Di certo padroneggia anche il secondo e ne dà prova mascherando dietro un improbabile contributo al dialogo e alla collaborazione una sarcastica propaganda che culmina, nella versione integrale della reprimenda (consultabile su internet), con l’invito finale a Pierangelo Romersi a «concedere il suo stipendio di ottobre a quelli che invieranno proposte e consigli».

Ciò premesso, per interesse di parte, vado a evidenziare le lacune di quello che mi sembra più un canovaccio satirico che non un intervento politico.

Ricordo, per esempio, come non risultino commenti ironici di alcun esponente Pdl nei confronti della consultazione pubblica promossa dal Governo sullo stesso tema della spending review. Nessuno ha tacciato di scarsità di idee l’esecutivo per la scelta di cogliere i suggerimenti proposti da cittadini e associazioni che, dal 5 al 29 maggio, hanno risposto in135.000, «segnalando inefficienze e sprechi e proponendo soluzioni per razionalizzare la spesa pubblica».

Se poi consideriamo che l’Emilia Romagna è terza nella distribuzione percentuale delle segnalazioni (dietro a Lombardia e Lazio), ci rendiamo conto come anche da un punto di vista territoriale l’iniziativa abbia avuto particolare gradimento dalle nostre parti.

Ma atteniamoci alla realtà piacentina: basta tornare indietro di qualche mese per rammentare come il candidato sindaco del Pdl Andrea Paparo abbia impostato la sua campagna elettorale proprio sul confronto con i cittadini, attivando sito web e profilo social precipuamente per raccogliere proposte e progetti.

Ecco allora che emerge in tutta evidenza come sia debole la strategia che usa due pesi e due misure.

Lo stesso criterio non può essere virtuoso se adottato da una parte e biasimabile se avanzato da un’altra.

Non si può accusare di scarsa condivisione quando fa comodo, e subito dopo provare a far passare come il grido di aiuto di un incapace il ricorso alla partecipazione.

Il pulpito non è peraltro dei migliori e non mi riferisco al consigliere, quanto al Pdl che – finché in vita – è il suo partito di appartenenza: tanto per restare alla stretta attualità, l’ormai celebre referendum promosso da chi guida l’Ente Provincia – quello sì – suona come un tardivo ricorso alla consultazione popolare, disperato tentativo di nascondere un immobilismo denunciato persino al proprio interno.

Dall’altra parte invece, nero su bianco, nel programma di Paolo Dosi spicca l’orientamento a far nascere una nuova prospettiva per la città «da un profondo coinvolgimento di tutti noi»; a realizzare un “nuovo patto sociale comunale” attraverso «un’economia e una società maggiormente partecipate, perché da soli siamo tutti più fragili».

Altro che indecisione e scarsità di prospettive! “Segnalate gli sprechi” è solo la coerente interpretazione della dichiarata volontà di non chiudersi nel Palazzo ma confrontarsi con tutti i piacentini.

Le idee non mancano e lo dimostra il fatto che i piacentini ci hanno affidato per la terza volta consecutiva il mandato di amministrarli. A mancare, in questa maggioranza, è la superbia di pensare che gli spunti già emersi siano sufficienti o impossibili da migliorare.


TAGS:
stefano cugini |  spending review |  segnalate gli sprechi | 

Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

marco carini primarie congresso paola de micheli politiche piacenza pd elezioni
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Visualizza le 17 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - Via Roma 187/189 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto