| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  20 novembre 2018 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Regione emilia romagna · Consiglio provinciale · Pd - gruppo consiliare del comune di piacenza · Circoli territoriali ·
Emergenza profughi.

13 settembre 2011


Avviare al più presto un coordinamento provinciale nella gestione dell’emergenza profughi e convocare un incontro con i soggetti gestori delle strutture che in questi mesi stanno ospitando, nel piacentino, i profughi provenienti dal Nord Africa, al fine di illustrare loro i contenuti del Patto di accoglienza definito su base regionale. Questa la richiesta principale emersa nel corso del tavolo convocato in Provincia dall’Assessore Massimiliano Dosi, su richiesta dei comuni dove i migranti sono stati accolti: Piacenza, Calendasco, Gragnano e Fiorenzuola. Presenti alla riunione, le assessore regionali Paola Gazzolo (Protezione Civile) e Teresa Marzocchi (Politiche sociali). “Penso che questo incontro sia particolarmente importante perché, a cinque mesi dall’inizio dell’emergenza, consente di avviare anche a Piacenza un percorso speculare a quello attivato in Regione, con la convocazione di una Cabina di regia in grado di porre attorno ad un tavolo e coordinare tutti gli enti interessati nella gestione dell’accoglienza. Questo è già avvenuto in tutti gli altri territori emiliano romagnoli, consentendo di declinare su scala provinciale i contenuti del Patto regionale ed ottenendo risultati molto positivi, al punto di fare dell’Emilia Romagna un esempio di buona prassi su scala nazionale”, ha affermato l’assessore Gazzolo. “Solo così è possibile garantire qualità dell’accoglienza, qualità che va oltre i numeri delle persone ospitate e la messa a disposizione delle strutture, ma deve invece puntare all’inclusione sociale, mediante l’avvio di tirocinii formativi gratuiti, corsi di lingua e attività di volontariato in cui impegnare i profughi”. L’obiettivo, secondo l’assessore regionale, è inoltre quello di coniugare l’ospitalità con il contenimento dei costi, “visto il momento di grave difficoltà economica che stiamo attraversando”. Da qui l’esigenza di non superare il budget finanziario messo a disposizione dal Governo, secondo quanto definito dal Piano nazionale sottoscritto dal Ministro Maroni e dai rappresentanti di Regioni ed Enti locali. “A Piacenza – ha aggiunto l’Assessore Marzocchi – è stato fatto un buon lavoro in termini di messa a disposizione delle strutture per rispondere nell’immediato alle necessità di collocamento dei migranti, anche se l’accoglienza non risulta equamente distribuita su tutto il territorio: solo 6 comuni su 48 si sono resi disponibili. Ora si tratta di lavorare affinché l'accoglienza si diffonda su tutti i territori valorizzando ogni buona prassi che permetta di far evolvere gli interventi di emergenza in pratiche di inclusione sociale”.

Una quindicina i sindaci e gli assessori dei comuni che hanno partecipato all’incontro, mettendo in rilievo la necessità inderogabile di un coordinamento provinciale nella gestione dell’emergenza. Presenti anche funzionari della Questura e della Prefettura, il direttore Generale dell'azienda sanitaria, nonché i rappresentanti di Caritas e del Coordinamento provinciale di volontariato di protezione civile.

 



Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

elezioni primarie politiche congresso pd paola de micheli piacenza marco carini
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Visualizza le 17 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - Via Roma 187/189 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto