| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  17 novembre 2018 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Regione emilia romagna · Consiglio provinciale · Pd - gruppo consiliare del comune di piacenza · Circoli territoriali ·
Il caso Allegri

5 ottobre 2010


Silva sul caso Allegri: “Lega Nord in stato confusionale e allora attacca il Pd”

“Una Lega Nord in stato confusionale cerca di distogliere l’attenzione dai suoi problemi parlando d’altro, magari attaccando gli avversari politici”. Lo sostiene il segretario provinciale del Partito Democratico Vittorio Silva, che interviene sulla mancata designazione del successore di Davide Allegri, dimessosi dalla carica di assessore provinciale nei giorni scorsi. “Sono evidenti a tutti le difficoltà in cui versa il Carroccio piacentino nella gestione – fa notare Silva – della vicenda Allegri, e allora ci tocca assistere a un maldestro tentativo dei vertici di quel movimento di occultare questa situazione, cercando di spostare l’attenzione su altre questioni. In realtà i problemi della Lega Nord a Piacenza e in Emilia sono sotto agli occhi di tutti e non sono iniziati con le improvvise dimissioni di Allegri, per le quali siamo in attesa ancora di motivazioni credibili. Come hanno messo in evidenza le notizie di stampa uscite nelle ultime settimane, le difficoltà sono riconducibili a una gestione assai poco trasparente del partito a livello regionale e agli scontri fra personalità politiche che hanno portato all’arrivo della plenipotenziaria “bossiana” Rosy Mauro”.  “Ed infine è quanto mai singolare – aggiunge il segretario provinciale del Pd – il metodo utilizzato dal Carroccio per la scelta del nuovo assessore provinciale:  singolare che un partito che si professa federalista e radicato sul territorio affidi a Reggio Emilia la designazione di un amministratore piacentino. La dimostrazione dell’incapacità da parte della Lega locale di compiere una scelta in piena autonomia”.

Vittorio Silva,
Segretario prov.le PD Piacenza



SOSTITUZIONE DI ALLEGRI: PANCHINA LUNGA...PROBLEMI ANCHE

Le chiare difficoltà della sostituzione di Allegri fanno emergere i tanti problemi che serpeggiano all’interno della Lega.
C’è da assegnare un posto da assessore e, nonostante il carroccio possa contare su una nutrita rappresentanza in Provincia, cui verrebbe naturale guardare per la sostituzione, ecco che la panchina si allunga immediatamente ed i pretendenti si affollano, così come le fazioni a sostegno dell’uno o dell’altro.
E siccome a Piacenza non si riesce a far da soli, bisogna correre a far decidere a Reggio Emilia (forse è anche preferibile che chi “taglia teste” venga da fuori, toglie qualche imbarazzo locale); ma la Lega non sosteneva Piacenza Provincia autonoma?
Già, questo era uno dei tanti slogan da somministrare alla gente, in realtà qui manca addirittura l’autonomia di scegliersi sul territorio, un assessore del territorio…
Già, ma l’importante è baloccarsi con ampolle, elmi ed armamentario folcloristico vario, in questo senso la lega è una “Pro loco” inesauribile.
Anche nella terminologia produce equivoci: definire l’organo di Reggio Emilia, “nazionale”, significa che le altre 19 regioni sono “estero” (speriamo almeno Europa) e che, a cascata, l’Europa, nell’atlante leghista, è il mondo (…bisognerà pur dirglielo che da tempo sono state oltrepassate le colonne d’Ercole).
Ma per non fare emergere i problemi interni ( come noto, la Lega espelle i dissenzienti ) i vertici leghisti buttano la palla in corner parlando d’altro: snocciolano sondaggi  (a furia di andar con lo zoppo…)  gonfiando il petto, ed attaccano il PD.
Orbene, anche su questo tema occorrerebbe un po’ di serietà: il PD al minimo, ha un consenso pari al doppio di quello della Lega ai massimi, (cioè il 100% in più): non che questo sia soddisfacente per noi, perché gli obiettivi devono essere più alti e non misurati con il termometro del gradimento immediato che non può essere l’unica bussola che guida la politica, ma giusto per ristabilire le corrette proporzioni.
Dopo il terremoto che ha investito i suoi organi regionali, che ha spinto Bossi ad inviare una sua emissaria a presidiarli direttamente, e tutti i problemi locali, la Lega avrebbe ben altro a cui pensare, ma non chiediamole troppo, accontentiamoci che arrivi in tempi stretti la sostituzione dell’assessore che è venuto mancare, la Giunta Provinciale ha bisogno di tornare al completo quanto prima e coloro che si rivolgono alla Provincia hanno bisogno di risposte.
 
Marco Bergonzi
Capogruppo PD in Consiglio Provinciale




Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

primarie politiche congresso piacenza paola de micheli marco carini elezioni pd
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Visualizza le 17 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - Via Roma 187/189 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto