| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  17 novembre 2018 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Regione emilia romagna · Consiglio provinciale · Pd - gruppo consiliare del comune di piacenza · Circoli territoriali ·
Presentazione dell'interrogazione al punto 4 del Consiglio Provinciale del 26 luglio 2010 sul tema delle scuole per l'infanzia.

10 agosto 2010


Le riforme e i regolamenti Gelmini: tra pasticci, ritardi e tagli, le riforme e i regolamenti usciti dal Ministero in epoca Gelmini rispondono essenzialmente alla necessità di “marchiare le scelte col benestare del Ministro dell’Economia.”

Evidentemente le esigenze e le ragioni della scuola italiana, invece di assumere ogni iniziativa richiesta dalla formazione delle nuove e giovani generazioni, hanno subito la pesante scelta del governo di tagliare ogni sviluppo, progetto, innovazione nella scuola statale, privilegiando quelle private.

In conclusione: il Ministero ha tagliato in Emilia Romagna per il prossimo anno scolastico ben 1.193 posti di insegnanti, nonostante l’aumento di 8.000 studenti della popolazione scolastica.

 

Scuole dell’infanzia:

In provincia di Piacenza, la domanda è aumentata di ben 12 nuove sezioni (vale a dire 24 docenti da nominare).

Già dallo scorso anno 7 sezioni (di cui una dall’anno precedente a Podenzano) non hanno ricevuto la nomina di personale e quindi i Comuni interessati, con un contributo della Provincia di 9.500 euro a sezione sono state avviate con insegnanti incaricati e pagati dai comuni stessi.

Quindi il ministero dal prossimo settembre dovrebbe nominare 38 docenti della scuola dell’infanzia ma nell’organico sono state accolte 0 richieste, cioè nessuna nomina, per un totale di - 38 docenti della scuola dell’infanzia.

 

Scuola primaria:

Alle scuole primarie della Provincia sono pervenute 218 iscrizioni in più per il tempo pieno, oltre ai 210 non accontentati lo scorso anno, per un totale di - 428 alunni al tempo pieno.

Ci sono inoltre 150 alunni in più rispetto allo scorso anno.

Per tutta risposta, per l’anno scolastico 2010/2011 il Ministero, invece di accogliere le richieste ed aumentare i posti, ha tagliato 23 posti di insegnanti.

 

Scuola secondaria di 1° grado.

Si stanno facendo i conti ma il ministero ha già deciso di tagliare  53 posti da insegnante.

 

Precari docenti e ATA:

In questo caso il taglio riguarda 130 dipendenti in tutta la provincia di Piacenza. Alcune scuole non riusciranno più a garantire ne la sorveglianza, nè l’apertura o la chiusura della scuola: chi lo farà, il Dirigente scolastico?

 

Situazione Finanziaria:

Le scuole piacentine (come quelle del resto d’Italia) con la circolare del 22 dicembre 2009, hanno ricevuto salatissimi tagli ai trasferimenti e ai fondi già maturati negli anni precedenti, per un totale di circa 12 milioni di euro.

 

Contratti del personale:

La prossima manovra finanziaria blocca gli scatti di anzianità e il rinnovo contrattuale (che prevede un aumento di 7,5 euro al mese).

In pratica significa che la carriera di ogni docente o personale ATA si allunga di 3 anni senza riconoscimenti economici.

Alcuni esempi:

un neo assunto che percepisce 14.900 euro annui, per effetto del blocco ne perde 290;

un docente di scuola Primaria, con 20 anni di lavoro, percepisce 23.000 euro ne perde 1.800;

      un docente delle scuole Superiori con 34 anni di lavoro, percepisce 32.000 euro ne perde 1.600.

 

CONSIDERAZIONI:

in Emilia Romagna le ristrutturazioni sono sempre state effettuate. Le scuole piccole sono state accorpate gli istituti sono stati riformati (raggiungendo una media di 850 alunni).

La media alunni classe è di 22 alunni per classe con un rapporto docente-alunni di un insegnante ogni 11,5 bambini: superiore alla media nazionale che non raggiunge i 9 alunni per docente.

 

Chiediamo:

dopo la mozione approvata all’unanimità dal Consiglio, in cui si chiedeva un impegno del Presidente e dell’assessore competente per i problemi aperti e irrisolti della scuola, chiediamo:

- cosa hanno fatto l’assessore competente o il Presidente?

 

Da alcuni mesi noi chiediamo di intervenire, per evitare che le scuole piacentine si  trovino in gravi difficoltà a causa dei tagli economici e per la mancanza di personale: nulla è stato fatto dall’ Amministrazione provinciale per dare risposte concrete.

Così non si difende e non si amministra un territorio scolastico!

Gli slogan servono a farsi pubblicità, noi chiediamo interventi decisivi ed efficaci.

 

I Consiglieri provinciali Caminati e Sckokai

Per il gruppo provinciale PD



Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

elezioni paola de micheli pd piacenza politiche primarie marco carini congresso
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Visualizza le 17 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - Via Roma 187/189 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto